• via Unità d'Italia 37
    30027 San Dona di Piave (VE)

Albicocco

Albicocco

14,90

L’albicocco (Prunus armeniaca) è un albero da frutto appartenente alla famiglia delle Rosacee, la stessa alla quale appartengono piante fruttifere.

*Le foto potrebbero non corrispondere al prodotto finale

Svuota

Confezionamento

Offerta Black Friday!

Spedizione gratuita sopra i 69€!
Affrettati, l’offerta è valida solo fino a mezzanotte!

- +

L’albicocco ha varie origini: cinese, centroasiatica e irano-caucasica. L’epiteto “armeniaca” attribuito alla pianta da Linneo deriva dal fatto che egli riteneva che la pianta fosse originaria dell’Armenia. La pianta è stata diffusa nel continente europeo moltissimi secoli fa dagli arabi.

Coltivazione

L’albicocco è una pianta molto versatile che sa adattarsi, a seconda delle numerose varietà e delle diverse tipologie di portainnesti, alle più svariate condizioni pedoclimatiche. Può essere coltivato in pianura come in altitudine (nelle zone caratterizzate da climi temperati, la pianta può essere coltivata anche a 2.000 metri di altezza e più). Esistono alcune varietà che, durante il riposo vegetativo, possono sopportare, senza subire danni di particolare intensità, temperature estremamente basse (-35 °C). Sono invece più temibili le gelate tardive che si dovessero verificare durante la fase di fioritura o dopo l’allegagione (la trasformazione da fiore a frutto).

Potatura

Relativamente alla potatura, una volta che la pianta si sarà formata, si potrà effettuare la potatura di produzione, si rimuoveranno cioè i rami dall’andamento poco regolare, quelli secchi e quelli danneggiati o spezzati. Si consideri comunque di non essere mai aggressivi perché gli interventi di potatura possono risultare stressanti per questa pianta. Per quanto concerne i periodi, la potatura invernale va effettuata, a seconda delle zone, nel periodo che va da fine gennaio a fine febbraio o, al limite a marzo se ci troviamo in zone caratterizzate da gelate tardive. La potatura estiva, che si pone come scopi quello di arieggiare la pianta e quello di rimuovere i succhioni, dovrebbe essere effettuata tra fine giugno e inizio luglio, sempre a seconda della zona.

La raccolta delle albicocche si effettua a partire dai primi giorni di maggio fino a tutta la prima metà del mese di luglio.

Un ultimo cenno va alle avversità; quelle che maggiormente interessano l’albicocco sono gli afidi, le cocciniglie, la tignola, il corineo e la moniliosi.

Se vuoi saperne di più scrivici nel nostro form contatti.

Varietà

Bulida, Paviot, Portici, Precoce Cremonini, Regale d'Imola, Sun Giant, Cafona, Preoce d'Imola, San Castrese